Organizzare lo spazio e i tempi dei bambini

0
28

Credo molto nella cura dell’ambiente.
Un ambiente pensato, diventa arricchente.
E’ pensato quando è ordinato, pulito e “riempito” con criterio.
Pochi giochi accessibili, da cambiare periodicamente.
Zone precise dedicate a specifiche attività, riconoscibilità degli spazi e degli oggetti (a misura di bambino) in essi disposti.
Attenzione alla cura dei giochi; quelli rotti andrebbero riparati o sostituiti.
La disposizione dei materiali dovrebbe permettere ai bambini di utilizzarli in libertà  e facilitare il gioco spontaneo ed autonomo, in linea con la filosofia montessori.
Quanto tempo si dedica alla cura dei giochi e al riordino?
Consiglio l’utilizzo di ceste suddivise per categorie e di “educare” al riordino, dando l’esempio.

La prevedibilità legata alle routine può essere per i bambini, un fattore rassicurante.
La routine rimanda alle idee di contenimento e rassicurazione.
Scegliere di organizzare le giornate arricchendole di elementi conosciuti, prevedibili, chiari e ordinati può facilitare.
Le routine dovrebbero essere calibrate sui bisogni e sui tempi di tutta la famiglia, con un occhio di riguardo alle necessità fisiologiche del bambino. Mai imposte o dettate da alti.
Sono personalmente scettica nei confronti delle routine che invece di tranquillizzare, ingabbiano.
Sono sempre ammissibili elementi di flessibilità e le eccezioni.
Sicuramente, dare un ritmo alla giornata può aiutare il bambino a riconoscersi all’interno di essa e ad introiettare regole, azioni, ciclicità.
Consiglio quindi, più attenzione al ritmo piuttosto che ai tempi troppo definiti!

CONDIVIDI
Articolo precedenteOstetriche, oltre la sala parto
Ciao! Sono Giusy, dott.ssa in scienze socio pedagogiche e consulente perinatale (formazione Mipa di Brescia). Operatrice di Rebozo, facilitatrice in allattamento materno (formazione Tiziana Catanzani e Katia Micheletti -IBCLC-). Dal 2009, sono a fianco di famiglie e minori e ho maturato esperienza in area educativa. Oggi, il mio sguardo e il mio cuore sono principalmente rivolti alle mamme e ai neonati. L'esperienza della maternità ha influenzato il mio pensiero riguardo al percorso nascita e contribuisce ad accogliere con empatia e vicinanza, le richieste delle donne che si rivolgono a me. Se ti piace ciò che scrivo, condivi i miei articoli e seguimi sulle pagine facebook e Instagram di Fiordimamma! Grazie